La Biancara

LA NOSTRA STORIA

Dove tutto ebbe inizio

La Biancara nasce nel 1988 per volonta’ di Angiolino Maule e della moglie Rosamaria. Dopo dodici anni di vita da pizzaioli si dedicano alla loro passione di sempre, la viticoltura. Nei primi anni ‘80 acquistano i terreni nella zona collinare di Sorio di Gambellara e costruiscono la loro casa e cantina. L’estensione dell’azienda è di 6 ettari, e molti vigneti vengono piantati proprio in questi primi anni.

In vigna e in cantina la Natura e’ regina e la nostra personale idea di vino e’ espressa ogni anno nelle bottiglie che produciamo fin dalle annate iniziali; la prima etichetta e’ stata il Sassaia,vino bianco che ancor oggi esprime al meglio il nostro territorio e il suo vitigno, la Garganega. Nel corso degli anni la ricerca per la qualita’ e l’integrita’ ecologica hanno contraddistinto il nostro lavoro e pensiero.

Oggi Angiolino e’ aiutato dai figli Francesco e Alessandro nel lavoro in vigna e in cantina; i piu’ giovani sono Giacomo e Tommaso. Insieme abbiamo costruito una nuova cantina e acquistato nuovi vigneti, ma lo spirito di ricerca per il miglioramento e l’autenticita’ nei nostri vini rimane lo stesso. L’estensione vitata oggi e’ di 11 ettari di proprieta’ e 4 in affitto, due dei quali a Sossano nei Colli Berici, dove il Grenache si esprime molto bene. I vigneti si trovano ad un’altezza compresa tra i 90 e i 260 metri s.l.m.

La conduzione dell’azienda rimane (e vuole rimanere) completamente famigliare, quindi dal lavoro in vigna, alla cura della cantina, fino alla commercializzazione. Altre colture dell’azienda sono un centinaio di vecchi olivi e piante da frutto quali ciliegi, fichi, albicocche e pesche da cui Rosamiaria produce confetture con la sola e semplice aggiunta di zucchero.

Il vino è il frutto della terra trasformato
dalla cultura dell’uomo
«Il vino naturale deriva da metodi di lavoro che prevedono il minor numero possibile di interventi in vigna e in cantina, l’assenza di additivi chimici e di manipolazioni da parte dell’uomo»